E-commerce cos'è

E-commerce cos’è

Che cos’è una E-Commerce?

 

Introduzione:

Sicuramente, almeno una volta, vi sarete chiesti: di preciso l’e-commerce cos’è?

Lo sviluppo tecnologico e, in particolare, l’avvento di internet hanno completamente stravolto il mondo del commercio.

Nel corso degli anni è sempre maggiore il flusso di acquisti che viene effettuato in rete e per chi vende prodotti e servizi è impensabile ormai non avere una propria presenza su internet.

 

E-commerce cos’è: funzionamento

Con il termine e-commerce si intende la compravendita di servizi o prodotti tramite internet. Si tratta, in sostanza, di un ciclo completo di vendita effettuato direttamente online.

I soggetti che intendono proporre in vendita un prodotto o servizio creano un annuncio su una piattaforma (proprietaria o di terzi come vedremo meglio in seguito). E i potenziali acquirenti possono consultarlo ai fini dell’acquisto.

Tali annunci sono in genere corredati di schede tecniche, caratteristiche generali di utilizzo, prezzi, immagini, condizioni di spedizione ed eventuali servizi accessori. Tutte quelle informazioni che sono necessarie al cliente per valutare l’acquisto.

Se l’offerta soddisfa i requisiti ricercati dall’acquirente, la vendita si conclude direttamente online con il pagamento del prodotto o servizio. E tramite la successiva consegna del bene o effettuazione della prestazione.

 

E-commerce cos’è? I vantaggi

Parliamo di e-commerce: cos’è lo abbiamo definito in linee generali. Cerchiamo ora di capire i reali vantaggi del commercio elettronico.

Innanzitutto si tratta di un’opportunità di raggiungere una clientela potenzialmente illimitata. Il semplice fatto di portare in rete la propria attività commerciale consente infatti potenzialmente di indirizzarla a utenti dislocati in qualsiasi parte del mondo.

Volendo dunque sintetizzare, i vantaggi per i venditori sono:
– Ampliare il proprio mercato di sbocco in termini di geolocalizzazione.
– Annullare, ridurre o comunque ripartire su un maggiore volume di vendite i costi fissi sostenuti per la vendita fisica.
– Acquisire potenziali clienti a costo zero o comunque ridotto.
– Rendere disponibile la propria offerta (dunque poter guadagnare) 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

 

Per i clienti i vantaggi sono invece così sintetizzabili:
– Si ha la possibilità di acquistare un prodotto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
– Non c’è necessità di recarsi in un punto vendita fisico.
– La scelta è più ampia.
– Diventa possibile comparare varie offerte e proposte individuando quelle con condizioni di acquisto ed assistenza migliori.

 

E-commerce cos’è? Gli svantaggi

È bene però fare una precisazione quando si parla di e-commerce: cos’è? Solo un insieme di benefici? In realtà no.

Ci sono anche degli svantaggi che bisogna considerare quando si acquista online.

E, in genere, sono tutti a discapito dell’acquirente a voler essere onesti. Ecco una rapida sintesi:
– Manca la possibilità di toccare con mano il prodotto.
– Non c’è un contatto diretto con il venditore (anche se questo aspetto per certi versi sta registrando delle evoluzioni come vedremo).
– Il bene arriva dopo qualche giorno, perciò manca la disponibilità immediata e bisogna attendere la consegna.

 

E-commerce cos’è: le piattaforme e-commerce

Per poter vendere online è dunque necessario disporre di una piattaforma di e-commerce cos’è?

Si tratta in buona sostanza di un’infrastruttura tecnologica che consente di riprodurre in rete le funzionalità tipiche di un negozio fisico. Nè più nè meno.

Tale infrastruttura può essere proprietaria e dunque integrata all’interno di in un sito di cui si dispone già. In alternativa si può ricorrere ai cosiddetti marketplace. Si tratta di infrastrutture di terzi che nascono proprio per favorire l’incontro tra domanda e offerta di prodotti o servizi generici o specifici.

A questa seconda categoria appartengono i vari Amazon, eBay, Facebook il cui funzionamento abbiamo già spiegato in questo articolo.

Una soluzione di e-commerce proprietario è consigliabile per chi dispone già di una base di clientela consolidata. L’investimento da sostenere per creare un’infrastruttura integrata nel proprio sito non è infatti eccessivo, ma neanche banale. Ammortizzare i costi con le vendite è dunque imprescindibile se non si vogliono distrarre risorse.

Il consiglio, qualora optassi per questa soluzione, è quello di affidare la realizzazione a professionisti del settore. Sapranno consigliarti sulla parte tecnica ma anche e soprattutto per ciò che riguarda la user experience.

 

I requisiti di un buon e-commerce

Non intendiamo addentrarci nelle considerazioni circa le caratteristiche di un’offerta di prodotti o servizi online. Qui ci preme invece affrontare un tema portante dell’e-commerce: cioè comprendere le caratteristiche portanti di un buon negozio online. E tutto gira intorno al concetto di user experience.

Per user experience si intende l’esperienza di utilizzo del cliente che accede al vostro sito di e-commerce. Si tratta di qualcosa di soggettivo, ma quando si parla di commercio online è comunque possibile tracciare alcune caratteristiche di base che dovrebbe avere un buon e-commerce.

 

Chiarezza

L’utente che acquista online vuole informazioni chiare. Il rapporto con il venditore è al massimo intermediato da chat ed e-mail. Strumenti che in genere consentono di ricevere un’assistenza prevendita.

Creare una scheda prodotto che sia in grado, con termini semplici e immediati, di far comprendere al potenziale cliente caratteristiche tecniche e di utilizzo di un bene. Oltre alla sua qualità, alla provenienza, a costi di acquisto e spedizione, tempistiche di consegna e via dicendo.

 

Semplicità

Abbiamo detto che, in sostanza, si tratta di un negozio virtuale che replica l’esperienza di vendita del retail online.

Una delle caratteristiche principali delle vendite fisiche è la semplicità. Si entra in negozio perché si è attratti da un prodotto. Quindi si chiedono informazioni, eventualmente si visualizzano più varianti dello stesso prodotto. E, alla fine, se si è soddisfatti, si conclude l’acquisto pagando alla cassa.

Ecco, tutti questi passaggi, con la stessa immediatezza con la quale sono stati qui descritti, devono essere replicati online.

Chi effettua acquisti in rete richiede semplicità e immediatezza nell’acquisto.

Un sito di e-commerce deve dunque essere strutturato visivamente e in termini di funzionalità. In modo che il
cliente possa completare l’acquisto con pochi semplici passaggi.

E senza essere obbligato a compiere operazioni noiose e complesse.

 

Assistenza

Questo è uno dei temi più delicati quando si parla di e-commerce: cos’è l’assistenza pre e post vendita online e come effettuarla?

Abbiamo visto come uno dei principali svantaggi degli acquisti online per un cliente è l’assenza di un contatto diretto con il venditore. L’acquirente vuole risposte a dubbi e quesiti che possono influenzare il suo acquisto ed inevitabilmente non sempre le schede prodotto sono esaustive in tal senso.

È dunque essenziale prevedere nella propria attività di e-commerce l’integrazione di strumenti e funzionalità per dare assistenza diretta al potenziale cliente. La mail in tal senso è uno strumento, ma non è sufficiente.

L’immediatezza è infatti un requisito fondamentale. Gli acquisti in genere vengono effettuati di impulso. Più i tempi si dilatano più è difficile che la vendita si concluda.

Ecco perché integrare funzioni quali chat, video assistenza, video guide e simili. In modo da affiancarli ai contatti mail ma, anche e soprattutto, contatti telefonici di comunicazione.

Il cliente ha bisogno di rassicurazioni sia nella fase pre-vendita che in quella post. Quanto, ad esempio, si potrebbe voler supporto o rassicurazioni sull’avvenuto pagamento, sullo status della consegna. Oppure su eventuali possibilità o procedure di reso in caso di prodotti o servizi diversi da quelli acquistati.

La tecnologia oggi disponibile offre una vasta gamma di strumenti a supporto di tali attività. Il consiglio che riproponiamo è quello di affidarti a esperti del settore per la loro implementazione.

 

Feedback

Un ultimo consiglio riguarda la raccolta di feedback dai tuoi clienti. È un’attività da prendere sempre in considerazione quando si decide di gestire un e-commerce, per una serie di buoni motivi.

In primis perché mappare la user experience ti consente di migliorare design e funzionalità del tuo e-commerce.

In secondo luogo perché anche per l’e-commerce cos’è meglio di un cliente soddisfatto?

Specialmente quando si tratta di feedback positivi, l’esperienza pregressa dei tuoi clienti fungerà da traino per l’acquisizione di nuovi acquirenti. Questi ultimi si sentiranno rassicurati dall’opinione di chi prima di loro ha già effettuato un acquisto presso il tuo e-commerce. E ne ha testato la qualità del servizio.

Prevedi, dunque, che nel tuo e-shop ci sia la possibilità di raccogliere e valorizzare le opinioni dei clienti.

 

In conclusione se foste interessati, ad aprirvi un sito web per la vostra e-commerce una buona soluzione a un buon prezzo potrebbe essere kioobi.com. Piattaforma che potrà rivelarsi molto utile per aumentare il tuo bacino di persone.

Tag: Nessun tag

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *